Cicloescursionismo: Anello della Valle del Giovenco

Pubblicato: Sabato, 07 Settembre 2019 10:25

Il 25 agosto scorso siamo partiti in undici per affrontare con le nostre mountain bike l’impegnativo anello della valle del Giovenco. Arrivati di buon mattino a Ortona dei Marsi, iniziamo a pedalare sulla strada asfaltata per raggiungere il piccolo ma bellissimo borgo di Aschi, ma … ecco il primo inconveniente: la foratura della bici di Guerino! Nulla di grave in apparenza: dopo circa un’ora sotto il sole e dopo aver cambiato quattro camere d’aria, finalmente risaliamo in sella sudati, ma sempre fiduciosi di trascorrere una bella giornata in mezzo alla natura selvaggia. Da Aschi pedaliamo con tanta grinta in salita prima su un lungo sterrato con fondo irregolare e poi su un single trek che ci costringe a un continuo ma divertente sali/scendi dalla bici. E qui un secondo piccolo incidente per fortuna senza alcuna conseguenza fisica: il piccolo ma effervescente Nico perde l’equilibrio e ruzzola giù per l’erbosa scarpatina! Tutti col fiato sospeso, ma il ragazzo si rialza in un attimo e, ripresa la sua bicicletta, ci guarda e dice: “Nemmeno un graffio, andiamo!” Riprendiamo a pedalare lungo un sentiero sottobosco in discesa che ci impegna a condurre le bici con abilità e tecnica di guida e che ci porta sul fondo dell’ampia valle del Giovenco dove dicono che è facile incontrare l’orso. Ma noi dell’orso nemmeno l’ombra! Dopo altri inconvenienti occorsi al deragliatore della bici di Stefania e ad una sua successiva foratura, raggiungiamo Bisegna e …. comincia a piovere; un rapido consulto tra di noi ci fa decidere di tornare a Ortona dei Marsi percorrendo la strada provinciale. Nonostante tutti gli imprevisti capitati, siamo tutti felici e sorridenti e, seduti al tavolo del ristorante, abbiamo mangiato e brindato alle prossime avventurose uscite in MTB.

 

 

IMG 20190825 WA0005