Cicloescursionismo: Anello di Campotosto 21/07/2019

Pubblicato: Venerdì, 02 Agosto 2019 09:22

Le foto e i video sono riferiti alla cicloescursione organizzata dal gruppo Cai Mtb di Lanciano domenica 21 luglio 2019 sui Monti della Laga “Anello Campotosto-Cornillo Nuovo-Preta”. Il percorso anche se di soli 25 Km è risultato impegnativo sia sotto l’aspetto atletico che tecnico. Il primo tratto del percorso, fatto essenzialmente su sterrato con fondo a tratti abbastanza sconnesso, è stato molto panoramico: la vista sul Lago di Campotosto, la cima della Laghetta, del Gorzano, di Pizzo di Moscio fino a scorgere la catena dei Sibillini. Abbiamo attraversato alcuni abitati appartenenti al comune di Amatrice, purtroppo danneggiati dall’ultimo terremoto, quali: Cornillo Nuovo (1134 m s.l.m.), Casteltrione (1116 m s.l.m.), Preta (1172 m s.l.m.). Successivamente abbiamo proseguito su sentiero sterrato e in parte single track nella fitta faggeta che, attraverso un suggestivo saliscendi nel bosco, ci ha condotto all’alveo del Fiume Tronto. Da qui il sentiero, per il fondo molto sconnesso e molto irregolare, ci ha costretti a portare la bici a spinta per un lungo tratto in salita, lo sforzo è stato ricompensato poi da un single track nel bosco leggermente in discesa, con fondo compatto e scorrevole, che ci ha ricondotti al punto di partenza.

 

IMG 20190721 WA0017

IMG 20190721 WA0019

IMG 20190721 WA0026 1IMG 20190722 WA0016

Le foto e i video sono riferiti alla cicloescursione organizzata dal gruppo Cai Mtb di Lanciano domenica 21 luglio 2019 sui Monti della Laga “Anello Campotosto-Cornillo Nuovo-Preta”. Il percorso anche se di soli 25 Km è risultato impegnativo sia sotto l’aspetto atletico che tecnico. Il primo tratto del percorso, fatto essenzialmente su sterrato con fondo a tratti abbastanza sconnesso, è stato molto panoramico: la vista sul Lago di Campotosto, la cima della Laghetta, del Gorzano, di Pizzo di Moscio fino a scorgere la catena dei Sibillini. Abbiamo attraversato alcuni abitati appartenenti al comune di Amatrice, purtroppo danneggiati dall’ultimo terremoto, quali: Cornillo Nuovo (1134 m s.l.m.), Casteltrione (1116 m s.l.m.), Preta (1172 m s.l.m.). Successivamente abbiamo proseguito su sentiero sterrato e in parte single track nella fitta faggeta che, attraverso un suggestivo saliscendi nel bosco, ci ha condotto all’alveo del Fiume Tronto. Da qui il sentiero, per il fondo molto sconnesso e molto irregolare, ci ha costretti a portare la bici a spinta per un lungo tratto in salita, lo sforzo è stato ricompensato poi da un single track nel bosco leggermente in discesa, con fondo compatto e scorrevole, che ci ha ricondotti al punto di partenza.